Blog

Registrare un contratto di locazione? Non è mai stato così semplice

By 24 Novembre 2017 29 Luglio, 2019 No Comments

Modello RLI: un nuovo vestito

A partire dal 19 settembre 2017 per la registrazione dei contratti di locazione e dei successivi adempimenti l’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello denominato “Richiesta di registrazione e adempimenti successivi – contratti di locazione e affitto di immobili”, approvato con il provvedimento del 15/06/2017.

Nel nuovo modello RLI l’Agenzia delle Entrate ha provveduto a far confluire nuovi dati, che consentono ora l’assolvimento della maggior parte degli adempimenti fiscali riguardanti la registrazione del contratto di locazione e di affitto, quali:

  • La registrazione del contratto di locazione e affitto di beni immobili;
  • Gli adempimenti successivi;
  • L’adesione o revoca all’opzione della cedolare secca;
  • I conguagli d’imposta;
  • La sublocazione di immobili;
  • La comunicazione dei dati catastali;
  • La possibilità di effettuare la registrazione dei contratti di affitto dei terreni agricoli e dei diritti all’aiuto comunitario in favore dell’agricoltura (Pac). In questo caso, il modello 69 è stato sostituito dal nuovo modello RLI;
  • Registrazione contratto di locazione con canoni differenti per una o più annualità.

Abbiamo tutto sotto controllo?

Oggigiorno è dunque sempre più necessario avere a disposizione una soluzione integrata che permetta la gestione completa del contratto di locazione: dalla definizione dei dati anagrafici alla redazione del documento di contratto, fino alla trasmissione telematica della pratica all’Agenzia delle Entrate.

Soprattutto è fondamentale che l’utente possa in qualsiasi momento consultare lo storico dei contratti gestiti per ogni cliente, verificarne lo stato di avanzamento delle singole scadenze ed avere quindi uno scadenziario degli adempimenti connessi alla pratica.

Lo Studio cosa cerca?

Un buon software deve riuscire a fornire quanto richiesto in pochi passaggi ed in modo del tutto guidato attraverso una soluzione che consenta di gestire la registrazione  e il deposito, il calcolo delle imposte di registro e di bollo con l’eventuale ravvedimento in caso di tardivo versamento, la predisposizione del pagamento tramite l’invio telematico del modello RLI oppure con F24 Elide, le annualità successive, la proroga, la cessione, la riduzione del canone, la risoluzione e la scadenza del contratto.

Con noi è facile, veloce e sicuro

Con la nostra soluzione, la creazione della pratica avviene in modo completamente automatizzato grazie all’utilizzo di modelli di pratica preimpostati. In funzione del tipo di evento da creare, la procedura propone l’elenco dei moduli da predisporre ed evidenzia i campi obbligatori da compilare, eseguendo il controllo formale dei dati. Ad ogni variazione contrattuale, è possibile ridefinire i dati quali ad esempio il canone di locazione, il calcolo e l’applicazione della rivalutazione ISTAT, l’inserimento o l’esclusione di conduttori o locatori e la gestione dell’opzione cedolare secca.

Nei casi previsti dalla normativa, inoltre, esiste la possibilità di optare per il deposito dell’adempimento in modalità semplificata.
La procedura riesce così ad elaborare automaticamente i canoni pregressi e futuri inerenti il contratto e gestire uno scadenziario che permette di visualizzare le scadenze contrattuali e quelle degli adempimenti ad esse collegate. È possibile, inoltre, inserire eventuali scadenze non calcolate dalla procedura ma utili allo Studio. In questo modo, lo scadenziario consente l’interrogazione di tutti i contratti con scadenze comprese in un determinato periodo.

Viene offerta la possibilità di redazione del contratto di locazione, delle comunicazioni e delle relative lettere attraverso documenti Word predefiniti, contenenti testi e variabili automaticamente elaborati secondo un meccanismo simile alla stampa unione. È inoltre facoltà dell’utente poter personalizzare tali documenti.

Direttamente dalla gestione della pratica è possibile effettuare il controllo formale del modello da inviare, generare il file telematico e predisporre l’invio della comunicazione stessa.

Al termine di questi pochi passaggi guidati, viene creato un vero e proprio fascicolo documenti che consente di organizzare tutta la documentazione riferibile alla vita del contratto di locazione.